Gabriele Mallegni

Gabriele Mallegni nasce a Pisa il 10 Gennaio 1977 …
0-Gabriele-Mallegni,-Opera-catastrofica
0-Gabriele-Mallegni,-1,4,9,-particolare-detail
5-Gabriele-Mallegni,-On-fire,-ceramica-bianca-smaltata,-2019
0-Gabriele-Mallegni,–
2Disaster box, scatola, scultura, ceramica bianca smaltata, sculpture, box, white glazed ceramic,unique pieces
0-Gabriele-Mallegni,-No-obey-box,-scatola-scultura,-ceramica-bianca-smaltata,-2016,-pezzo-unico,-sculpture-box,-white-glazed-ceramic,-uniqu-piece
1 4, 3,2,1…..ceramica nera al naturale, ceramica bianca smaltata lucida, cm 19 x 20 – white glazed ceramic, black ceramic, 2018, Design & production
1 Gabriele Mallegni, Matrioska
1 Gabriele Mallegni, Break on trough, vaso, ceramica bianca smaltata, pezzo unico- vase, white glazed ceramic, unique piece,2016 , Design
0-Gabriele-Mallegni,-Omaggio-a-Romero,-acquaforte-su-carta-Rosaspine,-2012-
01-Gabriele-Mallegni,-Baby-punk,-detail
0-Gabriele-Mallegni,-Aracnide,-2012

Gabriele Mallegni

Gabriele Mallegni nasce a Pisa il 10 Gennaio 1977. Frequenta il liceo Artistico a Lucca, prosegue i suoi studi all’Accademia di Belle Arti di Carrara dove si laurea in scultura con il prof. Giorgio Balocchi.

All’inizio della propria ricerca costruisce grandi insetti e artropodi e sculture luminose con materiali industriali come ferro e resina.
Negli ultimi anni il suo lavoro si concentra sulla ceramica con la quale modella ritratti contemporanei, mondi distopici e oggetti d’arte e design. Le sue opere  svelano uno sguardo a prima vista ironico, ma sopratutto sensibile e  sottile e  un immaginario che spazia dalla letteratura science fiction a Kafka, da 2001 Odissea nello spazio alla scultura antica.  La sua lampada Illuminante è stata esposta con Otto Luogo dell’Arte a Firenze, a Milano nella boutique Giovanni Raspini durante il salone del mobile e a Lugano,  è stata inoltre recensita nella rubrica di Design dalla rivista Arte nel 2012.

Nel 2009 fonda con Caterina Sbrana Studio17, laboratorio di ricerca di arte e design, vincitore nel 2015 del Premio Internazionale Baccio da Montelupo, indetto dal Museo della ceramica di Montelupo. Partecipa a numerosi simposi e mostre tra le quali ricordiamo: Osmosi, a cura di Mauro Lovi, 2017;  Duo , 2013, Otto Luogo dell’arte, Firenze; Mutabilia, Paratissima Torino, 2016; About, 2018, Allianz Bank Pisa;  Libera, 2019, Spazio Gennai Arte Contemporanea, Pisa.

Ha collaborato inoltre con prestigiose Università italiane e diocesi, nel campo delle ricostruzioni fisiognomiche di personaggi illustri come Dante, Giotto e il Conte Ugolino della Gherardesca, modellate manualmente secondo i parametri dela medicina legale. La maschera in argento di San Ranieri, realizzata dalla ricostruzione fisiognomica di sua opera, è conservata nella Cattedrale del Duomo di Pisa.

Vive e lavora a Pisa.